QN Quotidiano Nazionale – 23 Maggio 2020 LETTERA N. 6 Regolarizzazione Clandestini

Le aziende della nostra famiglia, come molte altre in Italia, utilizzano da tantissimi anni manodopera straniera proveniente da tante nazioni, con permesso di soggiorno regolare, inquadrati con un regolare contratto di lavoro. Sono persone indispensabili per la nostra economia, eseguono spesso lavori umili che gli italiani non desiderano fare. 

Purtroppo, con il reddito di cittadinanza tante persone non sono più stimolate a trovare un lavoro. I navigator, come abbiamo visto, non servono a niente. Peraltro, un reddito di sussistenza per gli indigenti esisteva già.

Per una forza politica questo era l’unico cavallo di battaglia assieme alla giustizia: abbiamo visto tutti la figura che hanno fatto con la scarcerazione dei boss. Per il salvataggio al senato del Governo, giudicheranno gli Italiani. Tanti cittadini Italiani sono indignati perché pagano col proprio lavoro il reddito di cittadinanza.

Avrei gradito che tutti i ministri si fossero messi a piangere, ma per le condizioni drammatiche in cui si trovano ora gli Italiani. I clandestini si dividono in tante categorie: chi delinque, chi viene in Italia arrogante e pretende di essere mantenuto, chi è prepotente con le persone deboli, chi non rispetta le nostre leggi. 

Ma c’è anche chi è fuggito dalla propria Nazione per vari motivi e vuole lavorare onestamente.

Purtroppo noi Europei abbiamo creato una unione solo monetaria e commerciale, il mio sogno di un popolo unito con le stesse leggi e sotto un’unica bandiera forse è solo un’utopia.  

O arriveremo a questo o altrimenti tutto arriverà al collasso.

Noi Europei abbiamo creato un mostro: un commercio esasperato senza regole che non tutela i produttori, e una concorrenza sleale fra le nazioni.

Questo è il motivo per cui è nato il lavoro nero, i caporali, le baraccopoli. Il ministro che piange si è mai chiesto, soprattutto in agricoltura, se tante aziende hanno le condizioni finanziarie per delle assunzioni regolari?

E tante famiglie, con la cura degli anziani affidata alle badanti, hanno sempre la possibilità finanziaria di tenerle in regola? Non penso.

Purtroppo questi problemi andrebbero risolti a monte, responsabile è la tassazione eccessiva vigente in Italia e di conseguenza stipendi e pensioni molto basse.

Questa sanatoria servirà solo a legalizzare tanti clandestini che continueranno a lavorare in nero o a oziare per le nostre citta, ma avranno più privilegi. Forse in seguito daremo anche a questi il reddito di cittadinanza.

Ogni giorno ho sotto gli occhi quello che succede nel Centro di accoglienza per immigrati che confina con una delle nostre aziende: non fanno niente tutto il giorno, sono sempre al cellulare, litigano spesso tra di loro, devono intervenire spesso le forze dell’ordine.

E noi italiani dobbiamo essere orgogliosi di questo, cosa gli faremo fare in futuro? 

L’immigrazione sarà il problema principale per i prossimi decenni ma va coordinata con regole Europee e tutte le nazioni dovranno farsi carico di queste persone, basandosi sul lavoro, sulle regole, e rispettando la loro dignità. Per ora è tutto sulle spalle degli Italiani.

Elvio Silvagni


23 Maggio 2020
QN Quotidiano Nazionale

(Visitato 460 volte, 1 visite oggi)